Un alambicco per la scuola

 

Alambicco

Alambicco

20 Gennaio 2011, ore 18.00 della sera. Una telefonata dalla Sardegna, una persona come tante che, dopo aver visitato il nostro sito internet, vuole informazioni per un alambicco.......ma questa telefonata è diversa dalle altre.

Chi telefona è la Dottoressa Nicoletta Arru, docente presso l'Istituto Agrario "N.Pellegrini" di Sassari. Vorrebbe sapere i costi da sostenere per dotare la scuola di un piccolo alambicco didattico, un progetto con accesso a fondi regionali per la formazione degli allievi.

Una conversazione piacevole, una simpatia reciproca che nasce parlando al telefono con una persona appassionata del suo lavoro, che insieme ai suoi colleghi vuol portare avanti un progetto formativo per i "ragazzi" dell'Istituto, con tutti i limiti derivanti dalla mancanza di fondi....

Inviamo per mail la foto di un piccolo alambicco costruito qualche mese prima e ci diamo appuntamento telefonico per il giorno successivo, per discutere su cosa fare e come fare.

Ma noi sappiamo già cosa fare.......

Il giorno seguente, chiediamo alcune informazioni tecniche, ovvero quanto distillato vorrebbero fare, quali prodotti vorrebbero distillare, se l'alambicco verrà installato nell'Istituto e se lo utilizzeranno solo gli allievi.

A questo punto manca solo l'aspetto economico. Il progetto è ambizioso, bisogna reperire i fondi tramite sponsor e Regione Sardegna.

"Non si preoccupi, Professoressa, ne abbiamo parlato oggi con Papà e siamo tutti d'accordo. Se l'alambicco è per l'Istituto e se lo utilizzeranno solo i ragazzi, ve lo costruiremo e sarà il nostro regalo ed il nostro contributo per il vostro progetto".

Silenzio dall'altro capo del telefono, poi qualche parola farfugliata, incredulità ed alla fine la 1consapevolezza di aver capito bene le parole....gli avremmo costruito e regalato un alambicco!!

Cominciano mesi di contatti frenetici, raccolta di informazioni per decidere come costruire l'alambicco. Alla fine optiamo per una costruzione particolare, semplice, di facile utilizzo ed in grado di garantire una buona qualità di prodotto : un alambicco con il sistema "bagnomaria alla piemontese".

Il 5 Novembre 2012 alcuni allievi dell'Istituto Agrario, accompagnati dalla loro Professoressa Anna Maria Carpino, vengono a fare uno stage in Piemonte, per vedere dal vivo come si distilla. Il 7 Novembre 2012 vengono a trovarci  e in questa foto ci sono Antonio, Tiziano Lucato, il corpo in rame dell'alambicco in costruzione e loro, i ragazzi, accompagnati dalla loro insegnante.

Dopo la visita i lavori procedono, Antonio Lucato (Papà) costruisce personalmente l'alambicco, nonostante le forze comincino ad abbandonarlo un po alla volta e la malattia continui a progredire.

Nel Novembre 2013 l'alambicco è pronto e viene esposto alla fiera di Novi Ligure (AL) in un padiglione dedicato alla grappa.

Tutto era pronto per la spedizione, ma improvvisamente le condizioni di salute di Papà si aggravavano. Trascorrono due anni frenetici, fatti di corse negli ospedali in Italia ed in Belgio, per cercare di porre rimedio alla malattia che lo aveva colpito.

Il 12 Luglio 2015 Papà ci lasciava, senza aver avuto la soddisfazione di vedere consegnato il

Dono della Lucato Termica in onore del titolare Sig. Antonio Lucato

Dono della Lucato Termica in onore del titolare Sig. Antonio Lucato

suo ultimo capolavoro.

Questo fu l’ultimo lavoro che fece prima di essere costretto dalla malattia su una sedia a rotelle, e definirlo capolavoro non è esagerato. Lo ha costruito con le sue sapienti mani, un frutto del suo ingegno e della sua passione per il lavoro. Ne ha curato tutti i dettagli, sia a

livello estetico che di sicurezza per l’utilizzo ed insieme lo abbiamo collaudato, apportando piccole modifiche atte a garantire la produzione di un distillato di qualità.

Che fatica distaccarci da questa piccola opera di artigianato ed ingegneria, in quanto in essa c’è il ricordo e lo spirito di papà, ma ogni promessa è un debito e sappiamo quanto lui ci tenesse affinché questo dono arrivasse ai ragazzi dell'Istituto Pellegrini.

Il 17 ottobre 2016 arriviamo a Porto Torres e poi a Sassari, all'Istituto Pellegrini, dove l'alambicco viene installato, collaudato e consegnato ufficialmente alla scuola ed ai suoi "ragazzi".

Giorni indimenticabili ed emozionanti, con la felicità e la consolazione che un pezzo di Papà e del suo spirito vivranno sempre in quell'Istituto e nella stupenda isola di Sardegna.

alambicco 6

E con l'augurio che questo nostro dono sia di utilità ai ragazzi, affinché possano imparare la nobile arte della distillazione.